La Comunità Europea premia Grape con lo SME Instrument

La Comunità Europea premia Grape con lo SME Instrument e dimostra di credere in Self-Brett®.

Nel 2019, Grape ha vinto il prestigiosissimo studio di fattibilità europeo SME Instrument, uno strumento della Comunità Europea che premia le aziende altamente innovatrici.

Lo scopo dello strumento, come si legge sul sito Ricerca&Innovazione, è quello di “supportare le più attive, intraprendenti ed ambiziose Piccole e Medie Imprese Europee nel proprio processo di crescita aziendale e sviluppo del business”.

La Comunità Europea premia Grape
Risultati SME Instrument – Prima fase

Pur consapevoli dell’altissima richiesta da parte di altre PMI, Grape ha partecipato alla call di settembre sottomettendo una proposal specifica sul progetto Self-Brett®.  L’ UE premia solo le aziende ad alto potenziale, elargendo i finanziamenti necessari per far crescere le piccole PMI come Grape e per aiutarle a perseguire la via dell’innovazione.

Alla Commissione Europea sono giunte 3299 proposte. Il nostro progetto, “Self-brett®”, è riuscito a spiccare tra gli altri classificandosi tra i 283 progetti selezionati provenienti da 31 diversi paesi europei. L’UE ha quindi scelto di scommettere su Self-brett®, giudicando il nostro progetto ad alto potenziale di innovatività. Le PMI che sono riuscite ad accedere ai fondi europei sono l’8,6% delle proposal sottomesse. Una vincita molto prestigiosa!

Ma cos’è il progetto Self-brett®?

Il problema

Da anni ormai, e principalmente grazie agli studi della nostra CEO Simona Campolongo, conosciamo bene i danni che il Brettanomyces provoca nei vini rossi e nelle bevande alcoliche in generale. La capacità di questo lievito di sopravvivere su tutte le superfici delle cantine e dei vigneti rende particolarmente difficile proteggere i vini dalle contaminazioni da Brett e di conseguenza salvare i prodotti finali, scongiurando il pericolo di deterioramenti. La presenza di Brettanomyces è stata osservata nella maggior parte delle regioni vinicole del mondo: questo rende tale lievito infestante un problema globale. Ogni anno, infatti, si contano perdite per miliardi di dollari a causa di intere partite di vino contaminate. Oltre all’onerosa perdita di denaro, non è da sottovalutare lo spreco in termine di materie prime.

La soluzione

Un’accurata pulizia della cantina è la prima regola da osservare per prevenire il problema. Spesso però, l’igiene non basta, soprattutto quando il microrganismo viene portato in cantina  dall’ambiente esterno: ciò succede, ad esempio, quando il Brettanomyces si trova già sugli acini d’uva.

Attualmente, è possibile rilevare il Brett solo con analisi in laboratorio. Queste, oltre a essere economicamente dispendiose, possono richiedere un tempo di attesa dei risultati decisamente lungo.

Con il progetto Self-brett® abbiamo voluto porre una soluzione a questo problema. Il kit infatti è economico, pronto all’uso e fornisce risultati in 7/10 giorni. Permette a enologi e viticoltori la piena autonomia nelle loro analisi. È uno strumento estremamente semplice da utilizzare e non richiede conoscenze o mezzi specifici.

Self-Brett®
Self-Brett®

Come funziona Self-brett®?

Self-brett® è un kit con un terreno iperselettivo sul quale può crescere solo Brettanomyces: questo esclude qualsiasi possibilità di errore, garantendo risultati sicuri.

Il  kit è molto semplice da interpretare: in caso di presenza di Brett, il terreno di coltura cambia colore, si sviluppa cattivo odore – il cosiddetto “sentore di Brett” – ed è possibile osservare le colonie sull’agar. Il test è semi-quantitativo: con Self-brett® è possibile rilevare la presenza di Brettanomyces, ma si ottiene anche una stima della contaminazione tra bassa, media e alta.

Come leggere i risultati di Self-brett
Lettura risultati

Sapere che l’Unione Europea crede in noi e nella nostra vision ci permette di seguire con ancora più determinazione i nostri obiettivi.

Ci spinge a innovare sempre di più e sempre meglio: a breve usciranno grandi novità per il settore delle birre artigianali!

Scroll to top